top of page

"It’s (NOT) only Rock’n’Roll"

ok grafica.jpg

Dopo il Museo della Musica di Bologna, la mostra approda al Cineporto dell'Emilia-Romagna a Fiorano Modenese.

Scopri i 48 scatti di Mark Allan, fotografo ufficiale del Barbican Centre di Londra e uno dei più grandi fotografi della scena rock mondiale.

ORARI DI APERTURA

LUNEDÌ, MARTEDÌ, MERCOLEDÌ dalle 9:30 alle 17:30

COSTO BIGLIETTO D'INGRESSO: 10€

(Possibilità di pagamento in cassa con bancomat o in contanti)

Per informazioni e prenotazioni, contattare

info@scarabeoentertainment.it

Presso il CINEPORTO DELL'EMILIA-ROMAGNA

Via Braida 22-24-26, Fiorano Modense (MO)

Le fotografie rock di Mark Allan dal Barbican Centre di Londra. 

 

Mark Allan è uno dei più grandi fotografi musicali viventi. Conosciuto per il suo lavoro di documentazione di tutti i concerti di musica classica promossi dal londinese Barbican Centre, ha fotografato il meglio della scena rock mondiale.

Dalle foto che, giovanissimo, fece a Freddie Mercury durante le registrazioni di Live Aid agli scatti agli U2 negli studi per Radio Times. Tina Turner, Britney Spears, David Bowie, Paul Mc Cartney, TheWho,  sono solo alcuni degli artisti le cui immagini sono presenti nella vastissima retrospettiva che il Barbican gli ha dedicato.

48 foto che ripercorrono la storia della pop music internazionale, dai dietro le quinte agli incontri unici, come quelli con l’amico David Bowie, che gli chiese di raggiungerlo a Roskilde, in Danimarca, per farsi ritrarre con secchiello e paletta sulla sabbia e con Amy Whinehouse, in posa su uno sgabello, nella pausa della registrazione del disco con Tony Bennet, foto simbolo dell’artista.

8d075bbdf33c5c27c9a5d26f5f5a6b5c7bdd1849.webp
_MG_7523-2 copy.jpg

Mark Allan

Mark Allan è il fotografo ufficiale del Barbican Center di Londra, uno degli spazi internazionali più importanti per la musica, la danza e il teatro.

Con il suo lavoro ha documentato l’attività del centro londinese, fotografando tutti i grandi protagonisti della musica classica e di tante altre espressioni artistiche che lì hanno presentato le proprie opere, da Riccardo Chailly a Simon Rattle.

La  sua passione per il rock lo ha portato anche, in 30 anni di carriera, a fotografare i nomi più rappresentativi della nuova musica, da David Bowie a Britney Spear, da Tina Turner ai Gorillaz, per citarne alcuni. Dalle fotografie di Freddie Mercury alla presentazione del Live Aid agli U2 nel backstage di Radio Times Live 8, da una giovanissima Amy Winehouse all’amico David Bowie che gli chiese di raggiungerlo a Roskilde in Danimarca, dove doveva esibirsi in un festival, per farsi fotografare in spiaggia mentre gioca con secchiello e sabbia.

bottom of page